Wednesday, March 01, 2006

Il bookcrossing: un sistema per far circolare le idee

Cos’è il bookcrossing? Consiste nel rilasciare un libro nel mondo, nel lasciarlo libero di avere una storia e un suo destino. Infatti lo scopo è quello di far circolare i libri, che siano piaciuti o meno, e, possibilmente, vedere che fine abbiano fatto dopo aver compiuto il loro percorso.
In un certo senso, il significato profondo sarebbe quello di aprire la strada verso la libera circolazione delle idee e della conoscenza.
Le regole sono poche e semplici: per ricostruire il percorso che il libro compie nel mondo, ci si può collegare a determinati siti web e ‘schedarlo’. Sul libro poi, bene in vista, va messa una etichetta per rendere chiaro, a chi lo vede, che può prenderlo, e un rimando all’interno con alcune spiegazioni.
Questo fenomeno è nato negli Stati Uniti qualche anno fa e si è rapidamente diffuso in molti altre nazioni. In Italia si può far riferimento, per ulteriori informazioni, ad un sito dedicato: bookcrossing-italy.com.

Il libro, in fondo, è un contenitore prezioso perché racchiude storie, emozioni e inoltre ci accompagna per un certo periodo della vita. Viene quasi spontaneo il desiderio di condividere con altri questa esperienza: penso in particolare ai ragazzi più grandi, ad esempio di un istituto superiore, i quali facilmente potrebbero appassionarsi ad un’avventura del genere, decidendo quali dei loro libri ‘lasciare liberi’ e, a loro volta, raccogliendo altri testi e quindi accettando nuovi spunti e stimoli.

12 Comments:

At 10:25 AM, Blogger Mena said...

Ciao Ilaria
Il tuo blog è molto interessante e stimolante, averlo incentrato sul libro l'ho trvato un ottima scelta in considerazione del fatto che oggi si legge poco e male.
Un saluto,
Mena

 
At 4:30 AM, Blogger La prof di diritto said...

Il tuo blog è un assolutamente indispensabile per il moderno "homo videns" che legge solo mail e sms...pensa che chiedendo ai miei studenti, ho scoperto che difficilmente leggono più di un libro all'anno...ciao Flavia

 
At 3:25 AM, Blogger Annalisa Poli said...

Ciao Ilaria! Ho trovato il tuo blog molto originale, ben organizzato e soprattutto mi ha fatto venire molto voglia di "ritagliarmi" un pò di tempo per leggere qualche buon libro!
Grazie
Annalisa

 
At 3:25 AM, Blogger Annalisa Poli said...

Ciao Ilaria! Ho trovato il tuo blog molto originale, ben organizzato e soprattutto mi ha fatto venire molto voglia di "ritagliarmi" un pò di tempo per leggere qualche buon libro!
Grazie
Annalisa

 
At 8:20 AM, Blogger Vita Soleto said...

Ciao Ilaria,
il tuo blog è molto interessante e stimola alla lettura. Proverò questa tecnica con i miei futuri studenti.
Un saluto
Vita

 
At 1:46 PM, Blogger Maria Grazia Testi said...

Ciao Ilaria,
blog molto interessante e ricco di suggerimenti.

...Speriamo di avere anche noi fra poco il tempo per leggere qualche bel libro!
Ciao

 
At 6:52 AM, Blogger Francy Nadalin said...

Cara Ilaria, sono Francesca del gruppo D, e devo dire che non appena ho letto il nome del tuo blog mi sono subito incuriosita, perchè sono una fanatica della lettura, e soffro nel vedere quanto poco si legga in questo paese...quanti libri meravigliosi restano sconosciuti ai più, e spesso solo per motivi di pigrizia!Purtroppo la scuola ha le sue colpe, perchè spetta a lei educare i ragazzi alla lettura, il che non significa propinare loro sempre i soliti romanzi, ma incitarli a leggere, ridestare la loro curiosità...come fare?Io ringrazio ancora i miei docenti di lettere che mi hanno sempre spronato in questo senso, spesso senza una loro guida mi sarei persa degli autentici capolavori...per un mio capriccio o pregiudizio!
Per quel che riguarda il book-crossing, a me non piace molto come idea, perchè sono legata ai miei libri, li ho vissuti intensamente mentre li leggevo, e ognuno ha la sua storia personale, per cui li posso sì prestare, ma solo a poche e fidate persone...e guai se non ritornano!
Un caro saluto
Francesca

 
At 1:39 PM, Blogger ELENA TAVELLIN said...

Cara Ilaria,
a mio giudizio per stimolare nei ragazzi una certa curiosità (amore, forse è troppo!) verso la lettura è importante mettersi nei loro panni, ripensare a quali erano i sentimenti, le emozioni, i fatti che ci intenerivano, ci interessavano alla loro età. Fatto questo, entrare in classe e, senza tante "ramanzine" sull'importanza della lettura, leggere un passo di un'opera ricca di quei contenuti che tanto amavamo alla loro età.
Non sembra, ma è efficac! Io l'ho provato!Non ti preoccupare se la prima volta gli studenti ti guarderanno in modo strano con occhi che sembrano dirti:«Oggi la prof. è impazzita!». Le parole del libro avranno la meglio...e loro si abitueranno a questa vena di pazzia!
Elena

 
At 4:07 PM, Blogger giorgia said...

ciao Ilario, molto bella l'idea di questo blog e anche molto utile, per noi insegnanti di lettere...che ne diresti di entrare un po' nel nel vivo e fare qualche nome? tipo .... qual'è l'ultimo libro che avete letto? lo fareste leggere ai vostri allievi? per quel che mi riguarda mi sono appena "mangiata" l'ultimo giallo di Martin Cruz Smith (quello che ha scritto Gorky Park)...davvero tetro ma ti inchioda fino alla fine. Che si dice dei gialli nella scuola?
Giorgia

 
At 2:14 AM, Blogger Zampini Alessandra said...

Ciao Ilaria, complimenti per il tuo blog, è molto interessante.
Sono pienamente d'accordo con te nell'affermare la necessita di nuovi progetti di lettura, in quanto soprattutto alle superiori si legge sempre meno: durante l'attività di tirocinio i ragazzi di una quinta superiore mi hanno confessato di leggere, se va bene, un solo libro all'anno...

Ciao
Alessandra

 
At 6:59 AM, Blogger Maria Antonietta said...

Ciao Ilaria, trovo molto interessante la tua proposta e credo che sia indispensabile stimolare i ragazzi al piacere della lettura.Molto spesso i ragazzi vivono l'esperienza della lettura come qualcosa di noioso; è difficile fargli capire che leggere è come compiere un viaggio; è come avventurarsi in un labirinto all'interno del quale abbiamo la possibilità di rintracciare percorsi nuovi e coinvolgenti.

 
At 9:25 AM, Blogger flavia said...

Ciao,
penso che il tuo blog sia veramente stimolante e soprattutto indispensabile per i ragazzi di oggi che difficilmente (non tutti, non voglio generalizzare) si vedono con un libro in mano.
Ciao Flavia Z.

 

Post a Comment

<< Home